Accedi/Registrati

Ciotola

inventario: 09PM ARCTA
classe ceramica: Ingobbiate graffite
MISURE
Altezza: 6,5 cm
diametro (fondo): 6,2 cm
diametro (orlo): 12,8 cm
spessore parete in frattura: 0,6 cm

Descrizione Ciotola frammentaria e lacunosa; vasca a calotta, con parte superiore troncoconica ed orlo estroflesso, appena ingrossato; piede discoide piano (finito a mano); ingobbio interno, all’esterno ricopre l’orlo. La vetrina è data sul lato interno, all’esterno arriva sino all’orlo (inoltre, tracce sporadiche). La decorazione comprende un motivo a pianta centrale nel cavo, congiunto ad un nodo da cui dipartono delle foglie cuoriformi, vuote o campite a bande oblique graffite. Colori: giallo ferraccia/verde ramina. ArcTa con ingobbio e vetrina solo all’interno
Tipo/area/sito di rinvenimento: FE.01.P.MUN.US1050
Cronologia: seconda metà del XV sec.
Note: Ciotola frammentaria e lacunosa, ricostruita per ca. la metà con 5 frammenti originali combacianti reincollati ed integrazioni. Si riscontrano chiari segni di giacitura su entrambi i lati.
crediti fotografici: Foto su concessione del MiBACT - Soprintendenza per i beni archeologici dell'Emilia Romagna. Riproduzione vietata a scopo di lucro, anche indiretto. Per immagini ad alta risoluzione rivolgersi alla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, sba-ero@beniculturali.it
Bibliografia: Forma: GELICHI 1992b, fig. 10.4 (US164); decoro: un nodo simile, riconducibile al tipo gordiano o di Salomone, che s‘innesta su un altro motivo centrale, si riscontra su un frammento di piatto graffito con decoro semplificato, conservato presso i Musei Civici di Padova, Padova 1993, p. 190, n. 117 (dato ad area veneta). Il nodo gordiano entra nel repertorio decorativo delle graffite già a partire dai tipi arcaici, come documenta una ciotola dal castello di Costonzo, sull’Appennino bolognese, REGGI 1983-1984, pp. 61-62, fig.
12, trovata in un pozzo nero assieme a boccali monogrammati in maiolica arcaica di probabile produzione ferrarese. Le tipologie maggiormente attestate sulla graffita sono quella a quattro nodi [vd. esempi da area lombarda, FACCIOLI et al. 1997, tav. 5.25; da Torretta Veneta, Torretta 1986, pp. 140-141, nn. 38-39 (questi ultimi attribuiti a fabbriche emiliane)] e triangolare, FIORONI 1962, p. 29 (da sterri a Legnago, Verona, zona di Porto); Ferrara 1972, nn.190.1-191 [risp. ciotola e boccale dalla coll. Pasetti (il boccale fu rinvenuto a Possessione Arginone, nei pressi di Ferrara), datato tra la fine del XV e gli inizi del XVI sec.]; REGGI 1984,
p.30, nn. 67, 69dx(quest’ultima in monocromia verde) (entrambe da sterri ad Imola, datate all’inizio del XVI sec.).

Soggetti correlati

Giacomo Cesaretti (lo ha documentato)

Collezioni correlate

Materiali ceramici di Piazza Municipio (è parte di)
Bookmark and Share