Accedi/Registrati

Boccale sferico frammentario

inventario: 82PM
classe ceramica: Ingobbiate graffite
MISURE

Descrizione 82PM (28 fr., tav. II.4, f.) Boccale sferico frammentario; corpo sferoidale leggermente schiacciato, collo svasato, orlo con solcatura mediana, fondo a disco piano profilato; l’ansa è integra,a nastro, impostata sotto l’orlo e nel punto di massima espansione del corpo, di tipo ‘pinzato’. La decorazione è in campo libero, al centro del corpo sferico, e consta di motivo araldico (o pseudo) (giglio guelfo) graffito a punta (colori: G/V); impasto depurato (5
YR 7/6, Ry); ingobbio esterno, risparmia il fondo, all’interno ricopre l’orlo. La vetrina è presente su entrambi i lati, ad eccezione del fondo esterno; dim.: sp. parete 5 mm, largh. ansa 3.7 cm, ø fondo esterno 1.1 cm ca. (27 fr., alcuni combacianti). Inv. Dec57
La peculiarità di questo boccale è rappresentata dall’ansa pinzettata, che non è frequente tra i boccali ferraresi; per quanto riguarda la classe delle ingobbiate, particolarmente di tipo graffito, non si riscontrano altri esempi del genere nella vasca US1050, né in altri contesti noti a Ferrara. Generalmente, la forma tipica presenta un'ansa a nastro a base piatta, cfr. ad es. NEPOTI 1992, fig. 13.117-118; questa tipologia si ritrova anche su boccali ingobbiati policromi, vd. CORNELIO CASSAI 1992, fig. 1.6. Anse con varianti, anche
nell’attacco inferiore, sono attestate nel XVI sec. e si associano ad ingobbiate monocrome gialle, Ibid., p. 208, fig. 11.3; oppure chiare, Ibid., p. 194, fig. 5.7. Il motivo del giglio guelfo è attestato su boccali ingobbiati e dipinti da scavi a Ferrara, ad es., dal Castello, vd. ancora, CORNELIO CASSAI 1992, fig. 1.6 e da S. Antonio in Polesine, LIBRENTI-VALLINI 2006, tav. XXXVI.135 (secondo chiostro, periodo II, fase II, fine XV-prima metà del XVI sec.). Un boccale ingobbiato e graffito con giglio araldico è l’erratico in coll. privata assegnato a
Ferrara, MAGNANI 1982, p. 13, 225 tav. XLV.
Tipo/area/sito di rinvenimento: FE.01.P.MUN.US1050
crediti fotografici: Foto su concessione del MiBACT - Soprintendenza per i beni archeologici dell'Emilia Romagna. Riproduzione vietata a scopo di lucro, anche indiretto. Per immagini ad alta risoluzione rivolgersi alla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, sba-ero@beniculturali.it

Soggetti correlati

Giacomo Cesaretti (lo ha documentato)

Collezioni correlate

Materiali ceramici di Piazza Municipio (è parte di)
Bookmark and Share